GP Assen: Valentino, rimonta fantastica e torna alla vittoria.


Ad Assen, Gran Premio di Olanda, fortunatamente non piove, è una splendida giornata di sole che si tinge finalmente di Tricolore.
Valentino Rossi torna alla vittoria dopo un lunghissimo duello con Casey Stoner. Terzo Hayden che ha fatto un ottima gara, quarto Pedrosa, quinto Hopkins, sesto Edwards.
La partenza non era stata delle più semplici, iniziare in quarta fila dopo le disastrose prove di ieri lo penalizza non poco e pertanto ha dovuto lottare per uscire dalla bagarre del gruppo, ma con un buon ritmo ha ricominciato a scalare la vetta fino a portarsi alle spalle di Stoner.
Il pluiridato lo pressa in continuazione e l? australiano rintuzza gl? attacchi soprattutto nel settore misto per poi riprendere qualche decimo sul rettilineo.
A quattro giri dalla fine il pilota pesarese lo infila con un sorpasso in stoccata e al limite, da manuale delle due ruote, poi saggiamente amministra il vantaggio e un eventuale ritorno del pilota Ducati, quindi si aggiudica la corsa.
Un Valentino Rossi in gran forma in sella ad una Yamaha che ha rasentato la perfezione. Insieme scacciano qualche polemica e un accenno di crisi. Il centauro marchigiano guadagna alcuni punti in classifica mantenendo il mondiale ancora aperto.
Adesso sono ventuno i punti di differenza, un divario non indifferente, ma se la casa giapponese riuscirà ad avere le gomme giuste in fatto anche di resistenza e soprattutto quando piove, eliminare il gap di potenza dalla Ducati che oggi è sembrato diminuito, Rossi può ancora sperare di riacciuffare Stoner che comunque resta il favorito numero uno.
Nella 250 cc Lorenzo domina ancora una volta, secondo De Angelis, terzo Bautista, quarto Dovizioso.
Nella classe 125 successo di Pasini davanti a Faubel e il magiaro Talamacsi.

_____________

Riferimenti: Gran Premio di Olanda.

Annunci

Motogp Assen: Rossi rimane impantanato nelle retrovie.


Ancora una delusione per Valentino. Dopo le libere di ieri in cui aveva fermato il cronometro a 1’38″148, quarto tempo, oggi nelle ufficiali è ” scivolato ” all’ undicesimo posto.
Quarta fila dunque per il Campione pesarese, ma preoccupa più il secondo posto di Casey Stoner ad un soffio dalla pole di Vermeulen in sella alla Suzuki il quale si conferma con caratteristiche adatte a ” volare ” sul bagnato.
Assen, che circuito recentemente ha subito delle vistose modifiche, è la boa del campionato del mondo giunto a metà percorso.
Se domani Rossi dovesse incappare in una brutta gara con l’ australiano ancora sul podio può benissimo dire addio al Mondiale.
Sono già ventisei i punti da recuparare e come dimostrato anche l’ anno scorso la rimonta non fu per niente facile.
I problemi delle gomme ma forse anchedi Velentino per quanto annnunciati alla stampa in settimana come individuati, non sembrano per niente risolti.
Il tempo è inclemente, in Olanda sta piovendo a dirotto e non dovrebbe cambiare nelle prossime ventiquattro ore secondo le previsioni atmosferiche.
Terzo ma sempre in prima fila il sorprendente francese De Puniet con la Kawasaki, mentre Melandri segue al quarto posto e Capirossi al decimo.

_______________

Motogp Inghilterra: prima fila per Valentino Rossi.


Valentino Rossi dopo le prove libere sotto la pioggia torrenziale inglese, in cui era addirittura caduto e aveva stentato a trovare il setting delle gomme, si rifà in quelle ufficiali.
Partirà in prima fila ma la pole gli è stata strappata nell’ ultimo minuto dei test da uno scatenato Colin Edwards.
Al terzo posto il solito Pedrosa, che però se confermerà le prestazioni in gara di quest’ anno potrebbe non servirgli ancora una volta questa chance alla partenza, anche se il pilota è motivato dal voler ripetere la vittoria della scorsa stagione.
Quarto il redivivo Nicky Hayden, mentre quinto tempo per Casey Stoner sulla Desmosedici.
Melandri è nono, Loris Capirossi soltanto tredicesimo per problemi gestionali del motore, mentre Barros è quindicesimo.
Incognita maltempo, la minaccia della pioggia è sicuramente concreta e pure il meteo lo conferma.
Ma anche il freddo potrebbe avere un ruolo importante sull’ andamento della gara che resta fondamentale per la lotta al titolo iridato, poiché farebbe sbalzare le temperature delle gomme.
Nella duecentocinquanta exploit di Alex De Angelis, davanti a Jorge Lorenzo, indietro di quasi mezzo secondo, terzo tempo per Simon su Honda quarto Bautista, quinto il finlandese Kallio, sesto Dovizioso.
Nella centoventicinque la pole position è di Mattia Pasini, segue Simone Corsi, terzo tempo per il giapponese Kojama.

______________

Riferimenti: GP Inghilterra

A Montmelò vince Casey Stoner ma Valentino Rossi è a ruota.


A una settimana dai trionfi toscani Valentino Rossi deve cedere l? alloro di Montmelò al suo diretto rivale Stoner, il quale si riscatta dopo i test di sabato che gli avevano fatto registrare il quarto tempo. Gara gagliarda sui saliscendi della catalogna, una delle piste preferite dal centauro pesarese, ma che hanno ribadito la differenza del motore della Desmosedici sulla Yamaha. Proprio al penultimo giro la svolta fatale con Stoner che passa l? italiano, respinge gl? attacchi sul misto e vince sul solito allungo dove la Ducati si dimostra imbattibile per quei cavalli in più che i giapponesi non riescono ad aggiungere alla numero 46. Sul traguardo un inezia, ma è quella che basta, divide i due centauri: sessantanove millesimi di secondo.
Rossi comunque ha combattuto con piglio, un susseguirsi di emozioni, di sorpassi a ripetizione e staccate al limite hanno fatto vivere agl? amanti delle due ruote uno dei più belli Gp della stagione. Il giovanissimo australiano però ha dimostrato, per chi ancora non ci credesse, che non teme il pluiridato, mentre Dani Pedrosa è arrivato terzo. Come di consueto comincia bene le prove libere del venerdì staccando tutti ma poi in gara il pilota Honda soffre sensibilmente e deve ritornare bruscamente alla realtà. Lo spagnolo favorito dal fatto di correre sul tracciato di casa ha perso un altra occasione per rientrare nella lotta al titolo.
Nonostante la pole position la partenza di Valentino Rossi è un po? incerta e non è riuscito a sfilarsi immediatamente dai viluppi del gruppo. Poi però ha cominciato a macinare ed ha ripreso la testa della corsa.
Adesso sono quattordici i punti di distacco da Stoner ma il campionato è ancora lungo ed è oramai certo che il duello durerà per tutto l?arco del campionato. I due cavalcano le moto migliori mentre Capirossi e Melandri oggi rispettivamente sesto e nono, stanno attraversando un periodo non facile e sono praticamente fuori dalla possibilità di conquistare il titolo.
Nelle 250 facile vittoria di Jorge Lorenzo con discreti distacchi su De Angelis, Dovizioso e Luthi. Nella 125 s? impone il nipponico Koyama su Ktm davanti all? ungherese Talmacsi e lo svizzero Krummenacher.
Il motogp di Catalunya ha visto il definitivo ritorno in pista di Roberto Locatelli dopo lo sfortunato incidente avvenuto a Jerez de La Frontera. Due mesi di riabilitazione per il bergamasco lo hanno riportato sulla linea di partenza.
Miracoli della Scienza, dell? Uomo e del coraggio, virtù primaria in questo spettacolare sport.

_______________

Motogp Italia: Valentino Rossi torna alla vittoria.


Gran Premo d? Italia al Mugello, tempo clemente con raggi di sole e Valentino Rossi torna a vincere rosicchiando preziosi punti a Casey Stoner che giunge quarto e rimane leader del mondiale con un vantaggio di più nove. Secondo Pedrosa che nelle prove ufficiali non era andato al meglio, terzo Barros.
Loris Capirossi dopo un inizio scintillante che faceva ben sperare è arrivato settimo a circa venti secondi dal suo amico ? rivale. Nono Melandri.
Il centauro Yahama, non è partito benissimo, anzi ha commesso qualche errore, ma con piglio, audacia e determinazione si riprende la testa e vince davanti al suo pubblico. Il Mugello, quindi si conferma pista a personam del pilota di Tavullia, il quale potrebbe dirsi imbattibile.
Nelle 250 lo spagnolo Bautista s? impone su De Angelis quasi al fotofinish, seguono Barbera, Dovizioso e Luthi autore di una buon avvio.
Il vincitore in un leggero contatto forse non del tutto fortuito ha mandato su una via di fuga Lorenzo, il quale cade e perde posizioni nel momento cruciale della corsa dove stava facendo una bellissima rimonta. Il leader della classifica si rialza, ritorna in sella ma conquista solamente l? ottavo posto mantenendo però la testa del mondiale.
Le solite quattro Aprilia nei primi cinque posti hanno dominato le Honda.
Nella 125 vince Faubel davanti a Sergio Gadea e Simone Corsi.
Mattia Pasini è sesto.

_____________

Immagine: Loris Capirossi e la Ducati.

Riferimenti: Mugello Motogp

Motogp Mugello: a Stoner la pole, ma Vale promette battaglia.

Casey Stoner si prende la pole position e prenota la vittoria. L? australiano ha un ruolino di marcia spedito e la Ducati vola ma Valentino Rossi non ha intenzione di mollare. Terzo tempo in prima fila e promette che oggi sarà battaglia. Il Mugello porta bene e il centauro pesarese ci ha spesso regalato prestazioni strepitose.
Tra i due duellanti la Suzuki del sempre più sorprendente Vermeulen che predilige il bagnato al rassicurante asfalto asciutto.
Quarto il francese Jacque su Kawasaki, subito dietro Capirossi con il nuovo motore e sesto Melandri.
Delusione Pedrosa dopo le ottime libere, si assesta al settimo posto.
Meteo indecifrabile, si prevede alternanza di sole con qualche sprazzo di pioggia ma non raramente la conca toscana sorprende qualsiasi previsione.

____________

Motogp Francia: giornata nera per Valentino Rossi.

E? un altra giornata quasi da dimenticare per Valentino Rossi e soprattutto le Michelin, le quali affogano nell? acquazzone di Le Mans. Il brutto tempo diventa il vero protagonista di questo Gran Premio di Francia che si è corso sulla storico tracciato. Prima illude che possa reggere, poi tradisce con una pioggia copiosa. La pista diventa sempre più viscida, le scie e la potenza dei motori formano un acquaplan che mette fuori causa diversi piloti, i quali cadono come dei birilli impazziti.
Vince la Suzuki, che con questa performance dimostra di essere in crescita, guidata da Chris Vermeulen, davanti a Marco Meandri e terzo posto per Casey Stoner che allunga in classifica. Quarto è Pedrosa, ottavo Loris Capirossi e non è poco considerato dato che al via era in quinta fila con la quindicesima posizione.
Valentino è partito bene quando la pista era ancora asciutta ed ha preso la testa. E? veloce ed appare determinato. Lotta per diversi giri ma poi ha dovuto abdicare. Una rocambolesca caduta gli fa perdere del tempo prezioso e neanche il cambio moto lo riporta alle posizioni di vertice. Arriverà sesto con un distacco di quasi cinquanta secondi.
La Yamaha nel complesso, anche se Edwards oggi aveva la pole, al momento è meno veloce delle altre concorrenti, Honda e Ducati. Ma il punto debole sono le gomme. La Michelin non riesce a inventargli mescole che possano rendere al massimo come invece fanno le Bridgestone, le quali negl? ultimi mesi hanno fatto passi da gigante in un rapporto qualitativo e di velocità maggiore.
Questo quando non piove, sul bagnato poi la differenza è ancora abissale. Era stato lo stesso Stoner a dichiarare dopo le prove di sabato di avere a disposizione grandi chance a seconda da come si sarebbe comportato il meteo. Aveva ragione, un podio in un giorno infernale come quello di ieri equivale ad una vittoria.
In classifica generale l? australiano è a quota centodue, con ventuno punti di vantaggio che cominciano a non essere pochi da rimontare per il centauro italiano.
Lotta serrata sulla terza piazza, con Pedrosa a sessantadue e subito dietro diviso da una lunghezza Marco Meandri mentre con questo successo Vermeulen sale cinquantacinque.
Nella 250 cc Jorge Lorenzo ribadisce la sua forza dopo i test ufficiali che lo avevano visto staccare di mezzo secondo il connazionale Simon. Lo spagnolo, leader del mondiale, ha corso in condizioni fisiche precarie per un dito incrinato. Andrea Dovizioso lo ha contrastato ma perde lo sprint proprio sul traguardo.
Terzo De Angelis, quarto Hector Barbera.
Nella 125 vittoria di Gadea davanti a Pesek e Smith.
Il week end francese ha visto il ritorno in moto di Roberto Locatelli dopo lo spaventoso incidente di Jerez de la Frontiera avvenuto quasi due mesi fa.
Il recupero del pilota Gilera sul piano fisico è stato miracoloso, ma per riprendere a livelli accettabili ci vorrà ancora del tempo. Un conto è tornare alla normalità, una cosa è correre a livello agonistico in un mondiale.
Il bergamasco riportò diverse fratture in una spaventosa carambola che distrusse praticamente la sua motocicletta.
Il guasto meccanico fu causato da un bullone che si era allentato bloccando il movimento parziale dello sterzo che gli fece perdere così l? equilibrio.
Tutto bene quel che finisce bene.
Prossimo round, il tracciato del Mugello in data tre di giugno.

____________

Riferimenti: Motogp