R. Federer, sempre più Numero Uno.

 

Roger Federer vince il torneo di Basilea indoor. L’ elvetico s’ impone con facilità sul finlandese Jarko Nieminen per 6-3 e 6-4 e precedentemente aveva eliminato Berrer, l’ argentino Del Potro, il tedesco Kiefer e in semifinale il croato Karlovic. Il Campione   raggiunge il cinquantaduesimo torneo vinto in tutta la sua carriera. Lo svizzero con questo successo rafforza sensibilmente la prima posizione nella speciale classifica del ranking mondiale Atp e considerato il vantaggio acquisito e i tornei in programma non potrà essere scalzato fino alla fine dell’ anno. Federer  è dal 2003 numero uno al mondo. Al secondo posto nella graduatoria lo spagnolo Nadal che ha partecipato a 19 tornei nel 2007 e al momento è distaccato di quasi duemila punti.

Continua a leggere “R. Federer, sempre più Numero Uno.”

Annunci

Davis: Italia – Lussemburgo per restare in B.

Si giocherà ad Alghero dal 20 al 22 luglio lo spareggio per non retrocedere ulteriormente.
Sfida salvezza sulla carta abbastanza facile ma viste le ultime prestazioni degl’ Azzurri non è detto che sarà così.
La scelta di giocare in Italia era stata chiesta alla Federazione Internazionale dal Lussemburgo, di cui aveva i tutti i diritti, il quale preferiva una superficie veloce, più adatta ai propri atleti e il Tennis Club Alghero ha reso la sua disponibilità come luogo per lo spareggio.

____________

Davis: disastro azzurro, pericolo serie C.

Finisce tre a due tra Israele e Italia l’ incontro valido per la zona Europa e Africa, ma il punteggio poteva essere un vero e proprio cappotto….
Gl’ israeliani hanno conquistato la vittoria nella seconda giornata con il doppio e poi hanno tirato i remi in barca nrgl’ ultimi due singolari.
Dopo la batosta a settembre con la Spagna in cui i ragazzi allenati da Barazzutti rimediarono una brutta figura con i ” mostri sacri “, Nadal e Ferrer, continua la difficile posizione dei nostri e anche a Tel Aviv la storia si è ripetuta.
La nazionale italiana di tennis sta attraversando un periodo opaco e gli stimoli a far meglio non si riescono a trovare. Adesso gl’ azzurri andranno il venti di luglio in Lussemburgo , un altra prova che se nella malaugurata ipotesi venissero sconfitti, dovranno vedersela con la Macedonia in un altro spareggio decisivo per non retrocedere in Serie C.

_________________
Riferimenti: Coppa Davis.

Davis: i convocati per Tel Aviv.

Corrado Barazzutti, capitano degl’ Azzurri in Coppa Davis ha convocato i giocatori per il secondo turno del Gruppo 1 della zona congiunta, Europa ed Africa.
L’ incontro tra Italia e Israele si giocherà il 6, 7 e 8 aprile a Tel Aviv, su un campo di cemento.
La squadra sarà composta da Andreas Seppi, Daniele Bracciali, Simone Bolelli, e Potito Starace. Assente Filippo Volandri per un riacutizzarsi di un persistente dolore ad una spalla. L’ assenza era comunque prevista poichè l’ allenatore di comune accordo con il giocatore, avevano già deciso che era meglio continuare a curarsi per risolvere definitivamente il malanno.

Davis, l’ Italia ancora in B.


Niente da fare per l? Italia del tennis che si dovrà consolare con la recente conquista della Davis femminile, visto che con quella maschile dovremo continuare a vederla in B. Nello spareggio con la Spagna a Santader in quella parte della Vecchia Castiglia mitigata dalla fresca brezza dell? Atlantico gl? azzurri della racchetta si devono arrendere ad un netto e indiscutibile quattro a uno.
Troppo forti Nadal, Ferrer e Verdasco: il primo praticamente imbattibile sulla terra rossa, dove neanche quelli che navigano dentro i dieci del mondo riescono a impensierirlo più di tanto e figurarsi poi a giocare in casa loro……
Dopo il punto iniziale di Volandri che poteva far sperare in qualcosa, gli spagnoli hanno vinto le rimanenti partite. Nella seconda sfida Nadal ha strapazzato Seppi, addirittura con un 6-0 nel primo set. Stessa storia nel doppio e nell? ultima giornata Volandri ha contrastato soltanto all? inizio il numero uno spagnolo, il quale poi ha preso in mano le redini della gara e si è imposto velocemente.
A giochi fatti, Ferrer ha battuto un demotivato Seppi.

_______________
Riferimenti: Davis

Agassi, è quasi un addio.


I grandi campioni quando sentono il fastidioso ” vento ” del tramonto sono loro stessi a comunicarlo. Qualcuno lo fa con mezze ammissioni, altri convocano una conferenza con la massima attenzione dei Media. Dipende anche da quanto sono stati celebri.
E’ il caso di ragazzo che ha perso nel corso degl’anni la chioma fluente, ma il sorriso è rimasto più o meno lo stesso, un campionissimo di un tennis straordinario, combattente nato e che lascerà un impronta indelebile nella storia del retangolo.
A 36 anni con un pò di malinconia, qualche acciacco sulle spalle oramai non risolvibile, nuovi giovani più forti che tengono banco ed è difficile stargli dietro, ma con l’orgoglio comunque di essere ancora il numero venti al mondo, e non è poco, con molti miliardi in cassaforte, si può dire anche basta.
Saranno i prestigiosi Usa Open, dopo Winbledon, gl’ultimi set che giocherà.
Andre Agassi ha deciso di appendere la recchetta al chiodo.

___________________

Martina, bentornata sul rettangolo.

Regina d’Italia e non è la prima volta. Soltanto otto anni fa era stata campionessa assoluta al Foro Italico. Ma stavolta il sapore è diverso, un rientro annunciato alcuni mesi fa dopo che nel 2002 decise di smettere per infortuni e ricadute. Un calvario che l’ha portata a sospendere la professione ma che ora sembra veramente finito. Martina ha convinto e strabiliato tutti. Anche i più scettici, i quali non mettevano in discussione la classe, oramai nota in tutto il mondo, ma bensi la forma e la tenuta fisica. La svizzera non solo ha battuto in finale degl’Internazionali d’Italia la sovietica Dinara Safina per 6-2 e 7-5 in un ora e mezza, una partita senza storia, ma durante tutto il torneo ha concesso solamente un set. La tennista elvetica ha giocato ad alti livelli ed è rientrata con questa vittoria nei primi quindici del mondo. La risalita sarà lunga e dura, ma vista la caparbietà non ci sarebbe da meravigliarsi se tra qualche tempo tornasse ad essere la numero 1 del ranking mondiale.

Continua a leggere “Martina, bentornata sul rettangolo.”