Rai 3: Primo piano potrebbe scomparire.

 

Tratto dal quotidiano L’ Unità – tutti i diritti sono riservati.

Continua a leggere “Rai 3: Primo piano potrebbe scomparire.”

Annunci

Alinghi si aggiudica il primo round della Coppa America.

Alinghi comincia bene la difesa della trentaduesima America? s Cup e sembra almeno dalle prima regata che la scelta dello scafo più recente, in fatto di costruzione e tecnica, sia risultata azzeccata.
La barca ha potuto sfruttare appieno tutta la sua potenza grazie ad una giornata con venti che hanno fatto registrare punte di 14 nodi, talvolta trasversali per diventare lineari nel finale della gara.
Proprio il vento è stata la chiave vincente della prima sfida il quale l’ equipaggio della ” freccia nera ” è riuscito ad individuarlo abbastanza in fretta.
Il defender svizzero, detentore del titolo, variegato gruppo di marinai provenienti da ogni parte del mondo, parla anche italiano dopo la delusione di Luna Rossa, poiché a bordo lavorano con dedizione e professionalità due noti velisti: Lorenzo Mazza e Cicco Rapetti.
Alinghi ha vinto il primo round con Emirates New Zeland confermando le impressioni e rafforzando così il pronostico della vigilia che secondo gl’ esperti lo vuole ancora vincitore della America’s Cup.
Gara praticamente senza storia se si esclude una partenza un po? incerta dove i kiwi credevano di poter incamerare del margine consistente.
La barca dello skipper e tattico Brad Butterworth, la Sui 100, ha ripagato lo sforzo dei loro appassionati accorsi in gran numero per vedere questa finalissima, avendo rimontato il piccolo svantaggio e alla prima bolina era già davanti di tredici secondi che sono diventati ventuno a metà regata con la virata del successivo galleggiante, per finire a trentacinque quando hanno tagliato il traguardo.

_______________

Coppa Uefa: abbastanza bene le italiane nel primo turno.


Si comportano quasi tutte bene le squadre italiane al primo turno di Coppa Uefa. Adesso potranno fare la fase a gironi dove ci sarà più spazio per essere pragmatici e per rimediare ad eventuali errori in corso.
Il Palermo dopo l?impresa, quasi storica, della vittoria di andata a Londra con il gol di Caracciolo, si ripete tra le mura di casa. Tre a zero il finale, tutto facile per i siciliani. Doppietta di Simplicio e Di Michele.
Dimenticato il passo falso in campionato che gli è costato la testa della classifica, i rosanero oggi sono apparsi determinati, compatti e sembra che abbiano superato questa momentanea delusione.
Gli inglesi esibiscono un inizio scoppiettante, tipico del loro modo di giocare, assaltano i palermitani nella loro area, ma raccolgono poco o nulla. Il primo gol di Simplicio è una doccia fredda per il West Ham e pertanto chiude di fatto ogni possibile rimonta. Nella ripresa i ragazzi di Guidolin controllano bene e colpiscono altre due volte.
Il Livorno forte del successo dell? andata espugna con un stoccata corsara anche Pasching. La firma è dell’ ivoriano Bakajoko, per il resto è più o meno ordinaria amministrazione.
Anche il Parma continua la sua corsa in Uefa. S? impone con una vittoria di stretta misura come lo era stato nell? ex Unione Sovietica. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato per quanto riguarda le occasioni, il gol di Paponi all’ inizio della ripresa non da scampo ai volenterosi avversari i quali si confermano una squadra ordinata ma di caratura modesta per quanto riguarda la tecnica e le tattiche esplicate.
I russi provano nel finale il forcing della disperazione che però crea pochissimi pericoli alla porta dei parmensi.
Male il Chievo e viene eliminato. Non è bastata la lezione di Braga. Il collettivo plasmato da Pillon stasera ha dovuto fare a meno di alcune assenze importanti per le espulsioni avvenute in Portogallo, la scena però si è ripetuta nuovamente e pertanto risulterà inutile la vittoria per due a uno al Bentegodi di Verona.
Pur non giocando in maniera eccellente i veneti nei novanta minuti riescono a pareggiare i conti con le reti di Tiribocchi e Godeas, ma commettono delle ingenuità che pagheranno a caro prezzo.
L’ incontro assume toni ispidi, è in arrivo l? extra time e tre saranno i cartellini rossi: Sammarco e Zanchetta per gli italiani e Nem per i lusitani.
Alla fine dei primo tempo supplementare affiora la stanchezza, ma lo Sporting ha qualche energia psicofisica in più da spendere. Ci pensa un colpo di testa di Wender a siglare il gol della sospirata qualificazione. Nel restante spezzone del match per un Chievo ridotto in nove diventa veramente troppo chiedere altri punti e quindi esce definitivamente dalla competizione europea.

___________
Riferimenti: Coppa Uefa primo turno.

Italia, primo stop alle qualificazioni europee.


L? Italia di Roberto Donadoni ci regala una prestazione di poche luci e molte ombre e le qualificazioni europee cominciano subito in salita. Stasera serviva una vittoria per iniziare il cammino con più tranquillità e questa non è arrivata.
Alla festa del San Paolo di Napoli, oltre sessantamila spettatori sono accorsi per applaudire i Campioni del Mondo ma che però vengono bloccati da una Lituania che non ha voglia di fare da ? sparring partner ?, ben disposta in campo e pareggia meritatamente per uno a uno.
Il nuovo tecnico della Nazionale all? ultimo momento rinuncia alle velleità del tridente che aveva annunciato nel ritiro di Coverciano, lascia fuori Marchionni per inserire Perrotta, bravo a garantire maggiore copertura.
Nel primo tempo gl? Azzurri subiscono lo svantaggio degl? avversari che al ventesimo con Danilevicius gela lo stadio partenopeo. L? Italia però si riprende, Cassano dispensa qualche buona giocata e pareggia con Pippo Inzaghi, sempre pronto a farsi trovare in zona gol.
Nella ripresa cala il ritmo e affiora una condizione fisica precaria. Gl’ Azzurri non pungono eccessivamente, pochi sono i cross dalle fasce, le gambe sono imballate e la velocità è ridotta, mentre il pressing e il raddoppio di marcatura è sempre molto raro.
Il tecnico allora inserisce Marchionni, Gilardino e quasi alla conclusione anche Di Michele, sperando in una scossa e nelle forze fresche, ma il risultato non cambierà.
Nei minuti finali poi gl? Azzurri tendono a buttare palloni lunghi e nel mucchio. Proprio da una di queste palle nasce una clamorosa occasione che viene respinta sulla linea di porta da un difensore degl’ ospiti.
La Lituania lascia Napoli con pochi affanni e un punto che le tornerà utile. I baltici non esibendo un calcio eclatante sono riusciti più volte ad impensierire Buffon, complice anche la nostra difesa la quale ha avuto diverse distrazioni nonostante la buona serata del capitano Cannavaro.
Oddo e in particolar modo Barzagli sono stato poco precisi nelle chiusure al limite e dentro l’ area di rigore.
Ma ciò che preoccupa è che il collettivo di Donadoni non ha fatto vedere per niente un vero gioco, la voglia d’ imporsi a quelli che comunque per spessore qualitativo e tecnico restano dei modesti antagonisti. Inoltre gl’ Azzurri hanno fatto denotare una tenuta atletica molto approssimativa.
Lo stesso Cassano si è mosso a sprazzi poi nella seconda parte dell’ incontro è quasi scomparso dal proscenio.
E? una Nazionale da rivedere sotto diversi aspetti, considerato anche la precedente sconfitta nell? amichevole a Livorno con l? Ucraina, la quale la incontreremo nuovamente nel corso delle qualificazioni.
Se quelli erano degl’ esperimenti che vennero immediatamente bocciati, il ritorno di quasi tutti i titolari non è stato molto migliore.
Mercoledì ci aspetta la Francia che ha iniziato alla grande il girone, mentre la Scozia stravince con un punteggio tennistico ( 6 – 0 ) contro le isole Far Oaer. I transalpini invece hanno sconfitto per tre a zero la Georgia a Tblisi.
Per nostra fortuna, nella prossima sfida, tra i francesi non ci dovrebbe essere David Trezeguet che non ha risolto i postumi di un leggero ma fastidioso infortunio.
Domenech si affiderà ancora una volta ad alcuni giocatori protagonisti della notte di Berlino. Henry, Thuram, Vieira, Ribery, Makelele e gl? altri saranno assetati di rivincita e lo Stade De France di Parigi sarà tutto a favore dei galletti.
Se si dovesse perdere, l’ ammissione ad Euro 2008 sarebbe già compromessa e per la panchina di Donadoni ci sarebbero dei seri problemi di stabilità.

______________________
Riferimenti: Italia – Lituania

Deschamps, primo fallimento e la Juve è fuori dalla Coppa Italia.


Tra le diverse vittime illustri nell’ ultimo turno della Coppa Italia, e guarda caso alcune squadre che fanno parte dello scandalo di Calciopoli, c’ è la Juventus che non inizia al meglio il nuovo corso del francese Deschamps.
I bianconeri cadono in quel di Napoli dopo una partita avvincente in cui non è bastato un Del Piero in vena e l’ unica attenuante è forse l’assenza di Trezeguet il cui destino è ancora incerto se rimanere oppure essere venduto.
Juve anche sfortunata e non mancano però alcuni errori difensivi, mentre il Napoli non demerita sorretto da un San Paolo gremito come ai vecchi tempi. Finisce ai rigori e proprio i campioni del Mondo Cannavaro e Buffon, all’ occorrenza riciclato come rigorista, sbagliano i tiri dal dischetto
La Vecchia Signora lascia inaspettatamente la Coppa Italia e se non ci saranno clamorosi cambiamenti di giudizio per almeno due anni dovrà dire addio alle competizioni europee.

_____________
Riferimenti: Juventus

Alla Pantera il primo Palio di Siena del 2006.


La Pantera si aggiudica il primo Palio del 2006. Corsa frenetica con i soliti due minuti in una piazza affollatissima di turisti e appassionati.
Ai canapi i cavalli sono nervosi, i favoriti sono, il Leocorno, l? Oca e la Torre, l’ Aquila mentre l? Istrice parte di rincorsa.
Bagarre iniziale, l? Aquila prende la testa della gara rincorre dietro forsennata la Torre, terza la Pantera.
Cadono la Selva, il Montone e poi il Leocorno.
La piazza s?infiamma, nel finale all?ultima curva del Casato la Pantera con uno sprint incredibile supera sul filo di lana l? Aquila, la quale ha dominato la corsa ma si deve accontentare della piazza d? onore,
Il cavallo vincitore si chiama Croci, montato dal fantino Andrea Mari soprannominato Brio.
Adesso il Drappellone sarà portato nella Chiesa della Madonna di Provenzano poi inizieranno i festeggiamenti che si protrarranno fino a tarda notte con la classica cena nel rione vincitore.

___________________
Riferimenti: Palio di Siena

Primo Maggio, megafesta di colori e di musica.

Continuano i preparativi del concertone della festa del Primo Maggio, quest’anno ancora più importante dopo il ritorno della sinistra al governo. Visto il successo dell’edizioni passate sul palco è stato riconfermato alla conduzione Claudio Bisio e sono previste in Piazza San Giovanni oltre mezzo milione di persone.
Tra gl’artisti già presenti nel cartellone figurano, Piero Pelù, Ivano Fossati, Edoardo Bennato, Pino Daniele, Negramaro, Alex Britti e forse anche i Nomadi e una seriedi gruppi emergenti.
Per gli stranieri potrebbe esserci la presenza di Skin, ex Anansie.

______________________

Riferimenti: Primo Maggio.