PAM ( Photo Art Market ) il collezionismo accessibile che nasce a Napoli.

PAMSi apre domani 16 Dicembre e per la prima volta il PAM ( Photo Art Market ) una manifestazione molto singolare che nutre il desiderio  di diventare continuativa nel corso del tempo.

E sappiamo benissimo quanto sia importante partire con il piede giusto e perciò facciamogli i migliori auguri.

Il tutto è a Napoli nella sede della Maiosn du Tango di Piazza Dante dove un cospicuo numero di autori professionisti assieme ad altre realtà giovani ed emergenti sono coordinati dall’ Associazione Photo Polis di Marco Maraviglia, autorevole rappresentante della fotografia partenopea con innumerevoli esperienze artistiche, culturali e lavorative.

La manifestazione  va a porsi in un collezionismo più accessibile e consono che sarà alla portata di tutti e fuori dai “ soliti e gelidi schemi “ della contrattazione nell’ acquisto e vendita di un opera ma bensì anche per sviluppare un punto d’ incontro teso a favorire sinceri scambi di pensiero per chi vuole alimentare il fuoco dell’ intelletto e coltivare l’ amicizia nel campo dell’ Arte.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un exploit della produzione di immagini fotografiche con particolari connotazioni artistiche tali da introdursi nel mercato del collezionismo. Immagini realizzate non solo da grandi autori, ma anche da giovani emergenti che sono ormai presenti nelle principali rassegne d’arte e fotografia di tutto il mondo.

Immagini d’arte che sono purtroppo sul mercato con quotazioni accessibili solo a un target ristretto.
Il primo mercato della fotografia a Napoli in cui si potranno incontrare faccia a faccia gli autori delle opere ed acquistarle direttamente da loro a costi accessibili.
Photo Art Market si propone di essere un appuntamento fisso che si terrà in una domenica di ogni mese in spazi originali ed accoglienti e che saranno via via segnalati dall’organizzazione tramite newsletter.
Il Photo Art Market sarà abbinato ad altri eventi artistico-culturali (presentazione libri, musica, teatro, degustazioni…) per creare un’occasione di svago anche per turisti e viaggiatori.
Pionieri della prima edizione dell’iniziativa saranno: Carlo Porrini, Dario del Giudice, Fabio Fant, Federica Di Lorenzo, Francesca Sciarra, Guido Villani, Klaus Bunker, Lino Rusciano, Marco Maraviglia, Mauro Cangemi, Monica Memoli, Raffaele De Santis, Salvatore De Rosa, Vito Lisi.

 

Per maggiori informazioni: La Maison du Tango, 89 – P.zza Dante, 89 – Napoli

16 dicembre ore: 9.30-19.00

Ingresso libero (previa registrazione in loco)

http://www.photopolisnapoli.org/

Case a prezzi di saldo…….

In un periodo dove comprare una casa può scatenare una bufera……..e diventare dimissionari……….riceviamo la presente e pubblichiamo a firma di Fabio Cintolesi.

____________________

Pochi giorni fa, il Consiglio Regionale, tra i primissimi atti compiuti, ha eletto, all’unanimità, come proprio presidente Alberto Monaci. Dell’esponente politico ex democristiano, adesso PD, avevano scritto nel 2007 Sergio Rizzo e Gianantonio Stella nel loro best-seller “La Casta”. E non ne avevano scritto molto bene. A proposito della fine dei grandi partiti della prima repubblica, alle pagine 148/149, si legge:

 

“E la Democrazia Cristiana? (…) nei forzieri del partito c’erano i documenti di proprietà di 508 immobili, dai magazzini in periferia agli appartamenti nei paesi, fino alla villa della Camilluccia dove lo stato maggiore del partito si riuniva intorno al caminetto per le decisioni più importanti, per arrivare al grande palazzo di piazza Sturzo, a Roma: 15.000 metri quadrati all’Eur.

 

Un patrimonio immenso che secondo i periti valeva già allora, coi prezzi di mercato infinitamente inferiori a quelli di oggi, almeno 65 milioni di euro. Un patrimonio svanito fra scissioni, vendite con plusvalenze miliardarie annegate misteriosamente nelle pieghe dei bilanci, appropriazioni indebite, furbizie di ogni genere. Case messe a bilancio con valori 197 volte più bassi di quelli reali. Appartamenti storici svenduti a prezzi di saldo “in famiglia”, come una stupenda residenza a pochi metri da piazza del Campo portata via con meno di 300.000 euro dalla compagna del democristiano più in vista di Siena, Alberto Monaci.”

 

Non si è mai saputo di querele o di richiesta di rettifiche per quanto scritto, che non è proprio il massimo. Dispiace quindi che nessuno, dico nessuno, tra i consiglieri regionali, neoeletti o riconfermati ha pensato, di fronte a queste notizie, di considerare l’elezione di un’altra persona.

 

La nuova legislatura della Regione Toscana comincia sotto i migliori auspici…

Crisi irreversibile, addio a ” Tuttoturismo “

Belle immagini dei reporter, anche noti, scelti dalle migliori agenzie italiane, testi spesso curati nei dettagli, diverse rubriche, grafica piacevole e moderna, un simbolo, un riferimento del turismo di qualità che abbracciava però diversificate argomentazioni, talvolta le più complesse. Bei tempi, ma purtroppo andati.

Continua a leggere “Crisi irreversibile, addio a ” Tuttoturismo “”

Inter, un altro colpo di mercato.

L? Inter abbandona Luca Toni, blindato da DDV, ( Diego Della Valle ), che non vuole rinunciare al suo gioiello, ma la squadra di Moratti riesce a concludere un altro grosso colpo di mercato.
L? attaccante Zlatan Ibrahimovic, in pieno dissenso con la nuova dirigenza juventina e poco incline a sacrificarsi per giocare nella serie cadetta, il prossimo anno vestirà la maglia nerazzurra e va a rinforzare le fila di un gruppo di bomber che adesso appare veramente forte in vista dei numerosi impegni del club di via Durini.
Adriano, Cruz, Martins e Crespo saranno i concorrenti dello svedese per accaparrarsi il ruolo dei due posti da attaccante, ma non è escluso che la società interista ceda qualcuno che non ha pienamente convinto nelle passate stagioni.
Il contratto per l?ex juventino sarà di quattro anni, costo dell? operazione tra i 24 e 25 milioni di euro dilazionabili in un triennale.
Se i tifosi della Juve perdono l’ occasione di veder giocare tra le fila della squadra del cuore un altro pezzo pregiato della collezione che aveva creato Fabio Capello, il nuovo Cda torinese con questa e le altre cessioni ha rimpinguato le casse della società.
Sono di oggi le dichiarazioni alla tv nazionale del Presidente juventino Cobolli Gigli sulla sciagurata gestione di Moggi e Giraudo, la quale ha lasciato un buco nel bilancio del club che si aggira intorno ai trenta milioni di euro.

_______________

Riferimenti: Ibrahimovic

Mercato Fiorentina: Cicinho, tentazione brasiliana.

Dicono che assomigli a Cafù, più giovane, certamente meno esperto ma con un buon avvenire davanti. Laterale destro, piedi buoni, agile ma anche arcigno, di proprietà del Real Madrid con contratto fino al 2009, per adesso parcheggiato al Sao Paolo in attesa di girarlo per un breve prestito che gli consentirebbe di fare esperienza e di maturare ulteriormente. Il giocatore, stando a delle dichiarazioni apparse anche su alcuni media sudamericani, sarebbe felice di venire a Firenze, e la società in passato ha fatto capire di di essere interessata al giocatore. Tutte le decisioni spettano però al Real Madrid, proprietario del cartellino, che però preferirebbe un prestito non al di fuori dei confini nazionali, magari meglio in un club della Liga dove tra l’altro potrebbe seguirlo con più attenzione. A Firenze la " voce " viene considerata forte e la Fiorentina al momento non si espone con dichiarazioni nette, tergivisa prende tempo e questo è buon segnale, ma per il mercato di Gennaio una prova del giocatore con la maglia viola fino a Giugno, ad un costo cntenuto, sarebbe ben accetta. I viola forse risolverebbero qualche problemuccio dietro e visti i buoni rapporti che Firenze ha sempre avuto con il Brasile non è detto che questo " affare " possa non realizzarsi. Sarebbe un grosso colpo a sorpresa, ma intanto sul fronte del mercato interno sembra certo l’arrivo di Vidic dello Spartak Mosca e Jemenez dalla Ternana, mentre resta ancora impantanata la trattativa con la Roma per Daniele De Rossi. Il Nazionale piace a Prandelli e lo inserirebbe in un centrocampo che garantirebbe più equilibrio e qualità, ma forse anche l’ultima offerta in procinto di essere fatta in questi giorni risulterà vana, visto i problemi che ha la società giallorossa bloccata parzialmente sul mercato dalla recente sentenza Tas. Intanto il giudice sportivo a rinviato ad oggi le decisioni in merito ai fumogeni e i disordini avvenuti in Coppa Italia contro la Juve, per cui il risultato non è stato ancora omolagato, nonostante la partita si sia conclusa regolarmente. Non è da escludere una pesante multa e la squalifica del campo, ma ripercussioni potrebbe averle anche la società torinese se la " colpa " degl’incidenti fosse divisa a metà. Certamente si tratterebbe di un provvedimento più equo visto come si sono svolti i fatti.

Continua a leggere “Mercato Fiorentina: Cicinho, tentazione brasiliana.”

Serie A: congelato il mercato invernale della Roma.


Se ne riparlerà dopo l’indennizzo di sette milioni di Euro da versare alla squadra francese dell’Auxerre per il cartellino di Philippe Mexes. Inoltre per la vicenda che aveva emesso un provvedimento di bloccare il mercato per due sessioni da parte della Fifa, viene confermato dal Tribunale di Losanna ( Tas ) e pertanto la società capitolina potrà tornare a comprare giocatori soltanto alla fine di Gennaio.
Due casi che si sono ritorti contro, nonostante il ricorso che avevano fatto i legali della Roma Calcio.
Quindi per il club romanista sono arrivate due cattive notizie, poichè deve sborsare una sostanziale cifra per chiudere la complessa vicenda del difensore e di conseguenza non può agire sul mercato invernale.
Visto e considerato che alcune trattative erano già avviate per cercare di correggere la non esaltante posizione in classifica in una stagione che non la sta vedendo protagonista, questo verdetto potrebbe peggiorare le cose.
Resta ancora aperto il caso Cassano, che ultimamente ha avuto la possibilità di giocare nuovamente ma sul fronte di un rinnovo del contratto le parti sembrano essere ancora in disaccordo.

_______________________
Riferimenti: Serie A: Roma.

La Roma bloccata sul mercato.


Con una sentenza che era già nell’aria, a causa del blocco Fifa, il Tribunale elvetico ( Tas ) nella sua sede di Losanna respinge la richiesta di sospensione del provvedimento che ferma i trasferimenti in entrata e uscita per due sessioni di mercato a parte i giocatori pagati in contanti.
Il Tas per sette giorni non emetterà le motivazioni del verdetto e cosi la Roma sta già presentando il ricorso al tribunale cantonale svizzero che potrebbe riservare altre sorprese. C’è però da dire che i legali della Roma stanno pensando ad una soluzione giuridica italiana interna per tentare di risolvere il problema, sopratutto per quelli che firmato prima della sospensiva che con un giudice italiano potrebbe obbligare la Figc a dare il nulla osta per i trasferimenti.
Per alcun giocatori quindi sarebbe difficile vestire la maglia giallorossa nella prossima stagione, a cominciare da Nonda e Kuffour, ma l’udienza importante e dibattimentale si discuterà a settembre e la società sta cercando di farsi ridurre la ” pena ” ad una sessione di mercato soltanto.
C’è poi il caso Mexes, l’indennizzo che la Roma è obbligata a dare alla società transalpina dell’Auxerre per il tesseramento del giocatore. La società romana potrebbe perdere anche questa battaglia legale, e se ciò accadesse dovrebbe versare circa otto milioni di euro nelle casse del club francese.
Quindi un momento no per la squadra capitolina anche se Totti, il capitano, intervistato ieri si è detto fiducioso alla soluzione delle problematiche che trattengono la Roma dal poter svolgere un lavoro preparativo sereno per il prossimo campionato che oramai bussa alle porte.
Intanto il titolo in Piazza Affari dopo la notizia del Tribunale arbitrale sportivo ha registrato un calo del 2,20 % pari a 0,53 euro.

Immagine: stadio Olimpico, divisione settori.
Riferimenti: La Roma bloccata sul mercato.

Calcio d’estate e sogni di mercato…..


Sono cominciati i ritiri, le prime partite, i duri allenamenti sotto il sole estivo……
Si iniziano a stilare i primi bilanci di un calciomercato che non è ancora chiuso e alcuni colpi importanti sono stati assestati, anche se le trattive erano già state avviate in primavera.
Il popolo del pallone, in attesa del vero fischio d’inizio del campionato, delle ultime decisioni federali e della giustizia sportiva che delineranno definitivamente la griglie di partenza, s’interroga su quali saranno le favorite e le ambizioni che potranno raggiungere le seconde linee.
La Juventus, un pò a sorpresa, stà conducendo un mercato da regina: l’arrivo di Vieira che ha dato una buona impressione nella prima uscita stagionale, consente di dare qualità e spessore ad un centrocampo che l’anno scorso aveva dato delle prove altalenanti nonostante sia riuscita a vincere lo scudetto.
Patrick Vieira era un vecchio pallino della dirigenza bianconera, ed approda a Torino dopo molti anni, dopo diversi tentativi, ma forse nel momento più importante della sua carriera. A ventinove anni un giocatore può dare prove straordinarie avendo raggiunto la maturità ed essendo ancora nella sua migliore integrità fisica. La scelta di Vieira, non giunge casuale: la triade Moggi, Bettega, Giraudo, ha preferito spendere euro nella classe e nella robustezza e forse Cassano non è mai stato nel mirino dello squadrone di Capello, nonostante che il romanista abbia un talento naturale e pieno di fantasia, ma il carattere, che ” Don Fabio ” conosce a fondo, lo riporta a dei ripensamenti a chi desidera comprarlo.
C’è poi da dire che i francesi si sono ambientati spesso bene a Torino e abbastanza rapidamente, anche se P. Vieira è un senegalese naturalizzato transalpino.
In attacco Mutu, che sembra rinato, dopo le disdicevoli esperienze che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico più che per i suoi gol, potrebbe essere una riserva importante se si saprà gestire e certamente offrirà all’allenatore alternative ad un Trezeguet che sicuramente salterà qualche partita per i suoi acciacchi oramai conosciuti.
Chiellini e Kovac, due elementi interessanti, rafforzano la difesa, ma un Ciro Ferrara, anche se ” anziano “, avrebbe fatto comodo visto i tanti impegni che la Juve intende assolvere al meglio, ma un contratto scaduto e un irremovibile decisione di smettere non lo faranno tornare al delle Alpi. Giannichedda avrà modo di trovare i suoi spazi nel corso del campionato mentre la cessione di Appiah era prevista da tempo: il giocatore non è mai riuscito ad integrarsi negli schemi del Mister e forse e’ stato un pò sopravvalutato.
Al di là degl’acquisti e delle cessioni, ” l’umore ” e il rendimento della Juventus saranno influenzati dagl’infortuni che incapperà nel corso della stagione e dal gioco di Nevded e Del Piero, i quali rimangono sempre il punto di riferimento di questa squadra.
Il Milan deve cancellare la doppia delusione dell’anno trascorso ed ha sete di rivincita: per Ancellotti sarà quindi una stagione decisiva. Il team di Milano si rafforza in attacco con Vieri che se avrà voglia di giocare e di allenarsi, può garantire un certo numero di gol ma può creare anche dissensi se non trova posto……
L’acquisto di Gilardino annunciato in tarda serata dalla società di via Turati, impenna vertiginosamente le quotazioni del club di Milanello. L’ex parmense con Shevchenko farà una coppia veramente forte e sono previste caterve di reti nelle porte avversarie.
La cessione di Tomasson ci ha fatto intuire che la ” partita ” per arrivare a Gilardino non era ancora chiusa e si attendevano ulteriori colpi di scena finali nel tormentone estivo. Decisivi, in tutti i sensi, come sempre Adriano Galliani e Silvio Berlusconi.
Inzaghi, rimessosi in sesto, sarà il sostituto di lusso quando uno dei due della coppia del gol farà cilecca o comunque avrà un periodo no……
Gli altri acquisti come Jankulovski e Vogel per il momento non aggiungono ulteriori passi avanti di qualità nel telaio già consolidato da Ancelotti.
Resta il dubbio della difesa, che nonostante Nesta, ha una media abbastanza alta di età ed avrebbe bisogno di un innesto giovane ma allo stesso forte…..difficile da trovare…..ma ci sono già importanti trattative avviate con altre squadre…..
Il rendimento di Stam e Maldini, quindi, sarà fondamentale nel proteggere le eventuali ” amnesie ” della retroguardia milanista.
L’Inter, dopo l’inevitabile cessione di Vieri che era diventato un vero problema, ed anche i tifosi non lo osannavano più come una volta, con Pizarro e Solari potrebbe essere la volta buona per riuscire a Mancini ad arrivare a quello scudetto che le manca da troppo tempo. Il mercato della società neroazzurra non è certamente chiuso e la tifoseria si attende un colpo grosso a sorpresa…..ma attualmente Juve e Milan sono un gradino sopra.
Bobo Vieri dovrà essere sostituito con qualcuno, forse Corradi, e anche sulla fascia destra l’allenatore aspetta un arrivo di copertura a meno che non debba inventarsi qualcosa con quello che ha già, per quella corsia che già in passato gli ha dato non pochi grattacapi.
La Fiorentina firmata Della Valle, cambiata la dirigenza, senza dissanguarsi stà conducendo un mercato intelligente e con alcune prospettive di successo: l’arrivo di Fiore garantisce qualità e geometrie, laddove erano assenti, Frey dovrebbe prendere meno goal del precedente portiere, Pancaro ha l’esperienza giusta, Toni farà certamente le sue reti e Brocchi assicura continuità. Anche i semisconosciuti Pasqual e Gamberini sono delle buone riserve. La partenza di Miccoli non farà rimpiangere la curva Fiesole e Riganò, un tempo idolo degli ultras, adesso si trova ad avere una concorrenza in meno in attacco, ma se vorrà riprendere il suo posto dovrà dimostrarlo.
Prandelli, comunque, resta il contratto migliore che abbia fatto il patron delle calzature, mentre si attende un’altro inserimento a centrocampo e uno in difesa, per chiudere il cerchio…..e per passare domeniche più tranquille senza troppi patemi d’animo…….
La Lazio, che ha iniziato con una vittoria l’Intertoto, dopo alcune partenze per risanare i piani societari e sfoltimenti vari, potrebbe fare un mercato mirato solamente al bilancio, ma i reparti della squadra hanno bisogno di rinforzi se non si vuole attraversare il baratro della serie B….
La Roma, non riesce a vendere Cassano, nonostante i giornali lo accreditano ogni giorno ad una squadra. La società aspetta il ricorso della Tas e la Fifa l’ha bloccata anzitempo, anche se dovrebbe arrivare una proroga che consente alla società di operare pienamente nelle compravendite.
Il campionato della Roma, al di là degl’eventuali acquisti, comunque sarà sempre condizionato dalle prestazioni di Totti e Cassano, che se gireranno nella maniera giusta, si potrebbe raggiungere qualche risultato concreto.
Rimane irrisolto il problema dello spogliatoio dove ci sono alcune ” teste calde ” e l’allenatore avrà notevoli difficoltà nel tenerlo unito, come lo è stato per i precedenti.
Infine, il Palermo di Zamparini ha cambiato diverse pedine: Del Neri ritrova un ambiente sereno e potrà lavorare in pace, cosa che non è stato nella capitale, mentre le partenze di Toni e Zauli non saranno facili da rimpiazzare con il nigeriano Makinwa e Caracciolo. L’entusiasmo dei giovani, la città fortemente attaccata alla squadra comunque sia restano i protagonisti di una bellissima avventura, che con il campionato passato potrebbe non essere ancora conclusa. Necessitano però ancora dei rinforzi se si vuole continuare il sogno……
Sampdoria, Chievo, Lecce, Udinese, Torino e tutte le altre non avranno colpi sensazionali di mercato, ma tutte hanno bisogno di cambi e di inserimenti per lottare di rimanere in serie A, che mai come quest’anno preannuncia una concorrenza spietata nelle squadre di fascia bassa.

Gianluca Fiesoli.

Riferimenti: Calcio d’estate e sogni di mercato….