Tasse: come scegliere le forme di dilazione

 

In tempo di crisi dove la scelta del  pagamento delle tasse viene spesso anche rateizzata e quindi  di primaria importanza per il contribuente,  inseriamo un articolo su come districarsi nel modo migliore tra le varie offerte che il Fisco e lo Stato italiano mettono a disposizione.

Continua a leggere “Tasse: come scegliere le forme di dilazione”

Palermo: il Lunedì dell’ Angelo porta la grazia a Guidolin.

Dopo una Pasqua sulla graticola e in ansia, in cui la sconfitta interna con il Cagliari è stata la goccia che aveva fatto traboccare il vaso, Francesco Guidolin trova la grazia nel Lunedì dell? Angelo??..
Sono stati giorni difficili per l? allenatore del Palermo subissato di critiche dal suo Presidente, con dichiarazioni taglienti alla stampa. D? altra parte il vulcanico Maurizio Zamparini è fatto alla sua maniera, i rapporti umani e la diplomazia non sono il suo forte e pertanto non le manda a dire dietro?.??ne sa qualcosa Gigi Del Neri e non solo?..
Dopo un colloquio con i vertici dirigenziali il Patron siciliano ha deciso di tenerselo per le ultime sette partite che restano da giocare. La squadra andrà in ritiro da mercoledì, a Desenzano sul Garda e lo stesso Presidente la seguirà a stretto contatto.
I rosanero devono ritrovare morale, gioco e subire meno gol. Sono in caduta libera e non vincono da ben nove gare. Adesso si preparano ad affrontare la proibitiva trasferta di San Siro contro l? Inter, che naturalmente non gli concederà sconti, mentre il Milan è dietro ad un solo punto ma anche Empoli e Fiorentina possono riagguantarlo e quindi cancellare i sogni d? Europa che si erano proposti da tempo.

________________

Riferimenti: Guidolin.

Euro 2008: si aggrava la posizione dell’ Italia.

Si aggrava la posizione dell? Italia anche se in parte era prevista ma si poteva sperare in punteggi migliori. Hanno vinto tutte quelle che hanno possibilità a qualificarsi.
Nel sabato europeo la Francia vince di stretta misura in casa della Lituania oramai fuori dei giochi. Decide Anelka alla mezz’ ora della ripresa.
La Scozia fatica con la Georgia all ? Hampden Park ma ottiene la vittoria per due reti ad uno. Prima va in vantaggio con Boyd e quindi momentaneo pareggio del georgiano Averladze. A due minuti dal fischio finale ci pensa Beattle a far incamerare tre punti preziosi, abile a sfruttare un errore difensivo degl? ospiti.
Alla gara ha assistito il tecnico della Nazionale Roberto Donadoni.
Come se non bastasse però anche l? Ucraina non molla e continua a stare a ridosso delle prime.
Nelle remote isole Far Oer s? impongono facilmente per due reti a zero e quindi adesso sono al terzo posto.
Obbligatorio quindi ottenere i tre punti a Bari con la Scozia mercoledì sera e anche sulla differenza reti le altre stanno meglio degl? Azzurri.
Questa è l? attuale situazione del Girone B.

Punti Giocate Vinte Pareggiate Perse GF GS

SCOZIA 12 5 4 0 1 11 4

FRANCIA 12 5 4 0 1 12 2

UCRAINA 9 4 3 0 1 7 4

ITALIA 7 4 2 1 1 7 5

LITUANIA 4 4 1 1 2 3 4

GEORGIA 3 5 1 0 4 10 11

FAR OER 0 5 0 0 5 0 20

__________________

Riferimenti: Girone B, sabato europeo.

Photoshow: presto la grande kermesse dell’ immagine.


Anche quest’ anno come oramai una ” tradizione tecnologica ” in alternanza tra Roma e Milano si terrà dal 30 Marzo al 2 di Aprile Photoshow 2007. Tra crisi, rinascite, evoluzioni la kermesse è stimolo non solo per ammirare i nuovi prodotti ma anche un punto di riferimento per gl’ appassionati e i professionisti, per scambio di opinioni e tanto altro.
Qui sotto il comunicato stampa dell’ organizzazione e un articolo sul mercato digitale della stessa.
______________________

La principale manifestazione fieristica dedicata alla fotografia e all?immagine digitale sarà a Fieramilanocity dal 30 marzo al 2 aprile 2007.
Torna anche PHOTOFESTIVAL, il percorso cittadino di mostre fotografiche d?autore.
La fotografia gode di buona salute e deve soddisfare le richieste di una clientela sempre più esigente. Lo testimoniano i dati relativi ai primi 10
mesi del 2006: 1.900.000 gli apparecchi fotografici immessi nel mercato (+11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), con un boom
delle vendite di reflex digitali (+ 35% rispetto al 2005).
A fine anno la vendita di apparecchi analogici si attesterà attorno alle 150.000 unità, a conferma dell?ormai avvenuto passaggio all?epoca del digitale. Tuttavia sono proprio i giovani, ai quali la fotografia digitale ha stuzzicato il palato, a voler assaporare il gusto della pellicola, dellareflex e della stampa di qualità. Si delinea il profilo di una elite appassionata, che esprime la preferenza per modelli sempre più sofisticati, in grado di eseguire fotografie con risoluzione elevata (1.400.000 le fotocamere digitali da 5 a 8 Mpixel vendute da gennaio a ottobre) e con tecnologia reflex. Anche il settore della stampa fotografica mostra una sostanziale tenuta grazie soprattutto alla capacità di adattarsi alle richieste della nuova clientela, vale a dire l?offerta di servizi quali la stampa da CD, da telefonino, via Internet ecc. Si sta diffondendo, in particolare, la stampa domestica di immagini: le stampanti fotografiche di piccolo formato hanno registrato vendite per circa 130.000 unità negli ultimi 12 mesi (+30%). Il 2006 si conferma quindi caratterizzato da un mercato vivace, dinamico e in apprezzabile crescita. (Fonte A.I.F. ? Associazione Italiana Foto & Digital Imaging) In questo scenario Photoshow 2007 si presenta a Milano con 300 espositori su 35.000 mq di superficie totale, pronta a ripetere il successo dell?edizione 2005 che ha registrato oltre 50.000 visitatori, a conferma che la fiera è il punto di riferimento non solo per le aziende del settore ma anche per il grande pubblico. Nei Padiglioni 3 e 5 di Fieramilanocity esporranno, come di consueto, le principali aziende del mondo dell?imaging in rappresentanza della quasi totalità del mercato nazionale.
Presenti i più grandi marchi del settore ? CANON, CASIO, DURST, EPSON, FUJIFILM, HP, JVC, KODAK, KONICA MINOLTA, MAMIYA,
MITSUBISHI, NIKON, NORITSU, OLYMPUS, PENTAX, POLAROID, SAMSUNG,
SONY ? ma anche importanti nomi della tecnologia
internazionale come PANASONIC e alcune delle principali aziende dell?informatica e delle telecomunicazioni come APPLE e NOKIA.
Infine, come di consueto, una serie di eventi ed iniziative (mostre, set fotografici, situazioni curiose e interattive) coinvolgeranno i visitatori e
completeranno la visita a Photoshow.

FOTO & DIGITAL IMAGING: COME CAMBIA IL MERCATO ITALIANO

C’è una nuova voglia di foto nel mercato italiano.
Che sia tradizionale o digitale poco importa; a guardare i dati, la distinzione appare completamente obsoleta, aderente ai canoni che
funzionavano fino ad un paio di anni fa, ma che ormai hanno perso aderenza alla realtà.
Si scatta in digitale e magari si stampa su carta tradizionale, o viceversa…. La scelta dipende ormai non dalla tecnologia in se stessa ma dal tipo di sensibilità personale e dalla situazione in cui avviene lo scatto e la successiva stampa.
Fatto sta che, nell’ultimo anno, secondo i dati forniti dalle aziende che aderiscono al panel AIF, si sono vendute ancora oltre 410.000 fotocamere
analogiche mentre sono oltre 2 milioni le digitali acquistate.
Numeri importanti: significa che ben più di 2 milioni e mezzo di persone hanno deciso di effettuare un acquisto di hardware per la ripresa
fotografica.
E hanno dimostrato di riconoscere nella stampa tradizionale il mezzo d’elezione per conservare nel tempo le stampe. Sono infatti oltre 40 milioni
i metri quadri di stampe fotografiche effettuate da laboratori e minilab che si affiancano alla stampa digitale sempre più facile, sempre più a
portata di mano ma anche sempre più indirizzata ad un uso immediato e di rapido consumo.
Così si spiega anche che i rullini di pellicola venduti nel 2004 siano poco meno di 55 milioni e che siano nell’ordine di oltre 3 milioni le schede di
memoria vendute sia.fornite con la confezione a corredo della macchina fotografica sia acquistate separatamente in aggiunta a quella in
dotazione.
Naturalmente, ormai, le curve dei fatturati di fotocamere analogiche e digitali si intersecano andando in direzioni opposte, ma ancora
testimoniano chiaramente quel melange tecnologico di cui si diceva, quel fruttuoso interscambio che valorizza le autentiche potenzialità di
ciascun mezzo e sovrappone sempre più decisamente il mondo della fotografia a quello dell’ imaging tout-court.
In solo un anno, le fotocamere digitali vendute nel canale fotografico hanno una risoluzione – espressa in pixel – mediamente sempre più elevata.
Le fotocamere con risoluzione inferiore a 2 megapixel stanno infatti rapidamente riducendosi (nel 2002 erano circa 100.000?) a vantaggio di
quelle che registrano immagini con almeno 3 o 4 Mpixel in grado di fornire una qualità evidentemente destinata non solo alla visualizzazione su
display, sul computer o alla comunicazione via e-mail, ma anche alla stampa fotografica che consente modalità di condivisione delle immagini e
di conservazione per certi versi insuperata.

_____________

Foto: modelle brasiliane con elaborazione digitale ad una edizione del Photoshow – Fiesoli ©.

Coppa Italia, nel segno dell’ Internazionale.


E? una Coppa Italia nel segno dell? Inter dei record dopo la sonora vittoria con la Sampdoria e la conseguente ipoteca di approdare alla finale. Stasera Milan e Roma si sono affrontate per la seconda semifinale in un Meazza praticamente vuoto e sotto gl? occhi del ritornato Ronaldo. Sono solamente quasi settemila i paganti che confermano in questa annata un trend in vistosa discesa per quanto riguarda l? attaccamento al calcio da parte del pubblico.
I rossoneri incappano in un altra giornata di distrazioni, gettano al vento una buona occasione per passare il turno senza eccessivi problemi e ribadiscono le difficoltà che si sono viste nel corso del campionato sul piano psicologico e sulla trequarti.
Sono andati in vantaggio molto presto con Olivera, fortunato ad non essere stato punito dall? arbitro per un aiuto con l? avambraccio nel momento decisivo dell? azione.
I ragazzi di Ancelotti insistono, sfruttano bene le fasce e intorno al ventesimo raddoppiano con Inzaghi. La Roma però è in serata e non gradisce di voler fare regali, poiché la Tim Cup è un obbiettivo importante mentre il Milan non riesce a mantenere il controllo del centrocampo.
I giallorossi riducono le distanze con Perrotta e pareggiano con Pizarro quasi allo scadere del primo tempo grazie ad un evidente incertezza di Dida.
Squadre lunghe, la ripresa è sotto tono e il freddo si fa più pungente.
Mercoledì prossimo il ritorno. Il Milan deve vincere se vuole tentare di arrivare al traguardo e considerato la penuria di gol dei rossoneri in questo periodo, l? impresa si prospetta non facile tra le mura di casa di Spalletti e soci.

______________

Franco Ferrari, il testimone dell’ odio e dei conflitti.


Un cronista o un fotografo ? Franco Ferrari è ambedue nel suo continuo girovagare per le strade pericolose del pianeta. Raccontare sul posto la sofferenza, la morte, la guerra, la fame e ritrarre le Verità scomode che i più non sono a conoscenza, non è mai stato facile per nessuno, sia dietro un obbiettivo o davanti ad una telecamera oppure con la penna il taccuino.
Il reporter da oltre trenta anni ha scelto questa professione con molta partecipazione umana e i diversi rischi che comporta attraversando un universo di emozioni forti.
Franco Ferrari è di fatto un giornalista ma in tutto questo tempo non ha disdegnato di fotografare con eguale passione.
I mezzi meccanici con il quale lavora probabilmente sono ridotti a poche ottiche e il modo di riprendere i momenti drammatici, topici e di ? normalità ? in paesi difficili, risulta immediato, incisivo e rifugge da qualsiasi forma di possibile gradevolezza estetica, mai costruita e sopratutto senza cadere nel fariseismo.
Le sue fotografie non sempre sono perfette nella composizione, ma è una maniera di saper vedere e riflettono istantaneità dell? avvenimento o della situazione in cui si trova, le quali condizioni sono spesso precarie. Lo potremmo definire l? essenza del reportage. Tutto ciò non è estremamente importante poiché quello espongono basta per renderle straordinarie e riescono a scuotere le coscienze di molti per l’ intensità e la cruda realtà che riescono a dimostrare. Guardando le sue immagini non si può restare insensibili di fronte alle storie che ha vissuto e continua a descrivere.
La peculiarità maggiore di questo fotogiornalista è di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Non c? è lotta armata che non abbia seguito, civile o militare che sia e il suo bagaglio di esperienza è diventato talmente vasto dopo aver passato gran parte della vita all? estero.
Dagli scontri urbani in Libano, nei campi di addestramento palestinesi, in Bangladesh, nel Nepal, nei deserti con i pozzi petroliferi dati alle fiamme dai soldati di Saddam Hussein durante la prima guerra del Golfo. Per poi essere in quella tra Iran e Iraq, tra le sperdute e innevate montagne afgane alla ricerca dei ribelli più tenaci, sulla linea di demarcazione tra Etiopia e Eritrea e sul viscido sentiero di Ho Chi Min e per finire alla disastrata Somalia in mano ai Signori del fondamentalismo islamico. Ma l? elenco potrebbe continuare ancora.
Giornalista per la televisione di Stato, tra un viaggio e un altro ha trova to il tempo di cimentarsi con successo nella saggistica, la poesia e la pittura con la quale ha esposto numerose mostre anche al di là dell? Atlantico. Ha ricevuto numerosi e importanti premi nel settore dell’ informazione, tra cui il Max David per inviato speciale e il Gabbiano d’ Argento.

__________

Fotografia: Libano, 1985 – Immagine di Franco Ferrari, tutti i diritti sono riservati.

Addio al papà dell’ orso Yoghi e della famiglia Flintstone.


Anche gl’ orsi piangono e forse in questo momento tra gl’ alberi e le praterie del bellissimo parco dello Yellowstone Monument, rappresentato nei cartoons come Jellystone, Yoghi si sentirà malinconico come non mai.
E’ morto El Bendict l’ ideatore grafico dei Flintstone, di babbo Fred un pò brontolone ma simpatico e di mamma Wilma con Ciottolina, brave ad accudire il piccolo cucciolo di casa, Dino.
El Benedict aveva 94 anni ed è stato uno dei maggiori autori dell’ animazione grafica del Novecento e mosse i primi e importati passi a Disney. Nella sua carriera ha creato serie di culto e sitcom che hanno fatto felici i bambini che guardavano la televisione ma anche lo svago dei più grandi. Poi lavorò anche per le case di produzione come la Universal, la Mgm e per Hanna e Barbera.
Ha saputo creare personaggi animati straordinari, un Maestro nel genere di questi cortometraggi di cui si ricordano anche Betty Rubble, Braccobaldo, il famosissimo l’ Huckle Berry Show con Yoghi e il suo compagno di divertimenti Boo Boo.

__________________