Truffe sulle aste on line. Ecco alcuni consigli per evitarle.

Frode Nuove truffe nelle aste on-line.

Un interessante articolo del giornalista americano Kim Boatman sulle truffe delle aste on line.– Symantec Corporation – I diritti sono riservati.

 

Sydney Johnston riteneva un affare l’attrezzatura sportiva che aveva trovato a 200 dollari su un sito di aste on-line. Purtroppo il venditore del New Jersey non le ha mai spedito la merce.

Quello della signora Johnston può essere semplicemente un altro dei tanti racconti sulle precauzioni da adottare nelle aste on-line, ma in questo caso: la residente di Atlanta è da lungo tempo acquirente e venditrice di eBay; tiene inoltre corsi di training sulle aste on-line; si era abilmente cautelata con una misura di protezione nella transazione.

“Ho utilizzato una carta di credito, quindi mi sentivo sicura”, rivela. “Sono estremamente prudente.”

I siti di aste on-line come eBay oggi svolgono il ruolo dei tradizionali mercatini delle pulci, un’opportunità per svuotare il ripostiglio o il garage e trafficare oggetti vari con altre persone motivate da intenzioni simili, che in qualche caso si trovano anche dall’altra parte del mondo. I siti di aste costituiscono una fonte preziosa per i collezionisti, dalle figurine dei Pokemon ai macinini del caffè antichi, elettronica di consumo e perfino oggetti costosi come automobili.

La maggior parte di noi non esita ad acquistare e vendere oggetti a estranei nei siti d’aste on-line. Va detto che la gran parte delle transazioni si conclude senza difficoltà. Tuttavia le truffe nelle aste on-line continuano a essere in cima ai reclami ricevuti dall’Internet Crime Complaint Center, un organismo nato dalla collaborazione tra FBI e il National White Collar Crime Center. Le truffe nelle aste on-line rappresentano il 45% dei reclami ricevuti dal centro.

Non vuoi diventare una vittima? Stai in guardia contro queste truffe, nuovi e vecchi stratagemmi sono sempre disponibili per la frode nelle aste on-line.

1. Il viaggiatore di commercio
La frode nelle aste on-line è un grande affare internazionale. I venditori possono proporre un’asta facendola apparire negli Stati Uniti e dire poi che devono lasciare il paese per un’emergenza familiare o qualche altra scusa simile. Secondo quanto riporta l’Internet Crime Complaint Center, chiederanno quindi di effettuare un pagamento tramite Western Union o bonifico bancario diretto.

“Se utilizzi Western Union, una volta effettuato il pagamento, non c’è più nulla da fare”, avverte Johnston. “Se utilizzi invece una carta di credito, hai la possibilità di regresso”.

Gli acquisti con carta di credito, ovviamente, offrono una certa protezione. Pagando invece tramite assegno, assegno circolare o bonifico, le speranze di recuperare il denaro sono minime o nulle.

2. Aziende di garanzia fasulle
I truffatori possono utilizzare un servizio di terze parti per garantire l’importo fino alla consegna della merce. Questo è un altro caso al quale acquirenti e/o venditori devono prestare attenzione: i truffatori possono essere in combutta con l’azienda di garanzia fasulla e il risultato è l’impossibilità di recuperare merce o denaro. Utilizza un’azienda di garanzia affidabile quale Internet Escrow Services e fai molta attenzione in quanto i malintenzionati tenteranno di duplicare l’aspetto del sito Web dell’azienda.

3. Tecnica della variazione sul tema: “the old switcheroo”
Far passare merce contraffatta per originale è una truffa antichissima. Ciò accade anche nelle aste on-line, dove esiste un enorme mercato per prodotti di marca contraffatti, afferma Johnston. Per un truffatore è estremamente semplice pubblicare la foto di una reale borsa griffata o perfino acquistarne una da utilizzare nelle foto, per poi spedire all’acquirente un’imitazione da pochi soldi, aggiunge Johnston.

“Se sembra troppo bello per essere vero, con le frodi nelle aste on-line è probabile che sia così”, avverte Craig Butterworth, un portavoce del National White Collar Crime Center. “Se sei già ben informato, cosa ti suggerisce l’intuito?”

4. Falsi assegni circolari
I malintenzionati, spesso residenti in altri paesi, offrono di pagare con un assegno circolare di importo superiore a quello stabilito per la transazione. Con un pretesto, quale il pagamento di costi associati, viene chiesto di bonificare l’importo in eccesso. In realtà l’assegno è falso.

5. Phishing
Il phishing, o il tentativo di indurre ingannevolmente a rivelare informazioni personali spacciandosi per un’azienda legittima, quale eBay, rimane una tecnica molto diffusa, osserva Butterworth. I criminali tenteranno di impossessarsi del tuo account su eBay inducendoti a rispondere a e-mail che chiedono informazioni sul tuo account come la password. Dopo avere ottenuto le informazioni necessarie, essi possono commettere frodi proponendo vendite fasulle utilizzando il tuo account e danneggiando la tua reputazione di venditore.

Ora che conosci i tipi di truffe che circolano on-line, il passo successivo è evitarle. Le aste on-line possono essere gli obiettivi preferiti dai truffatori, ma esistono alcuni metodi pratici per rimanere al sicuro, rassicura Johnston.

  • Prendi informazioni sul venditore.
    Valuta il punteggio di un venditore e controlla la cronologia delle sue vendite. In ogni transazione assicurati di comprendere quali sono i tuoi obblighi in qualità di acquirente e/o venditore.
  • Evita collegamenti diretti all’interno di un’e-mail.
    Non accedere mai a eBay o PayPal utilizzando un collegamento diretto incluso in un messaggio di e-mail che ti è stato inviato. Esamina con cura qualsiasi e-mail ricevuta in relazione a un’asta on-line.
  • Informati sulla merce.
    Assicurati di conoscere sia l’articolo che acquisti che il relativo mercato. Verifica di avere dimestichezza con la terminologia degli oggetti da collezione e poni tutte le domande che ritieni opportune.
  • Inizia con prudenza.
    Se sei nuovo nelle aste on-line, inizia con prudenza, suggerisce Johnston, scegliendo transazioni il cui importo non potrà crearti problemi.
  • Approfondisci l’argomento.
    Varie organizzazioni, tra cui il Better Business Bureau e la Federal Trade Commission negli Stati Uniti, offrono sui propri siti Web suggerimenti pratici in relazione alle frodi nelle aste on-line. Il Federal Citizen Information Center offre informazioni su tutti i tipi di truffe e frodi correlate ai consumatori. Puoi anche iscriverti per ricevere aggiornamenti periodici su frodi e truffe al tuo indirizzo e-mail. Internet Crime Complaint Center fornisce informazioni sulle attuali tendenza delle frodi on-line.

“Le occasioni e gli affari a disposizione sono molti”, afferma Johnston. “Tuttavia le persone vogliono credere a tal punto che faranno un affare da riuscire ad autoconvincersi, quando invece dovrebbero fare molta attenzione”.

___________________________

 

Kim Boatman è una giornalista che vive a Silicon Valley, California. Da più di 15 anni scrive su svariati argomenti per il San Jose Mercury News.

Annunci

4 pensieri riguardo “Truffe sulle aste on line. Ecco alcuni consigli per evitarle.”

  1. diciamo che, arrivando l’articolo dalla silicon valley, su internet & CO non c’è dubbio che sia informata… però per chi ha soldi la tentazione delle aste on line è forte… credere che si sta facendo un buon affare aumenta l’autostima.

    Mi piace

  2. Si……. a parte che provenga da Silicon Valley il problema in America è molto sentito. Le aste on line come le scommesse, insomma ogni trattativa di denaro……per quanto la sicurezza abbia compiuto passi da gigante nell’ ultimo decennio ha sempre un margine di rischio. La fregatura può essere dietro l’ angolo. Credo che chi voglia muovere i primi passi in questo mondo i consigli scritti nell’ articolo possono far riflettere e aumentare la prudenza.
    Saluti.

    Mi piace

  3. SU EBAY LA MAGGIOR PARTE DELLE ASTE SONO TRUFFE! In effetti ebay collabora vivamente alla truffa, ci sono regolamenti che permettono la truffa senza riserva, pensate il tempo che bisogna aspettare per la controversia e i metodi di pagamento che vengono utilizzati…inoltre le vendite multiple di PRIVATI sono taroccate, e cosa fa ebay…addirittura non ha una pec valida un indirizzo fiscale valido!!! SE VOLETE CONTINUARE A COMPRARE SU EBAY SAPETE COSA VI ASPETTA! Ho deciso di cambiare l’ email al mio accaunt e renderlo inutilizzabile, SPERO CHE GLI ALTRI UTENTI EBAY CAPISCONO! Ciao a tutti da Maurizio

    Mi piace

  4. Ma….il web è sempre stato una grandissima giungla. Come ho scritto più volte la rete può tornare utile a tante cose ma non si sa chi si ha di fronte, salvo rari casi. Lo stesso dicasi per FB, mille amici ne conoscerai veramente appena il 10 per 100.
    Le aste sono sempre con un minimo rischio, così come se si compra qualsiasi cosa, anche se va detto che per alcuni prodotti le cose con il tempo sono un po’ migliorate.
    Per finire io credo che nel web bisogna muoversi sempre con un minimo di prudenza, accertarsi, informarsi e valutare.
    Ciao.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...